BielLeOgGi

Un blog più uguale degli altri

(Com)unione d’Italia

Posted by sterte su 5 luglio 2007

Ieri ricorreva il bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, non che sia stato molto dietro ai “festeggiamenti” ma ho comunque notato che la cosa ha avuto un minimo di risalto in tv e sui giornali. Dalla poca storia studiata a scuola ricordo che ai tempi del risorgimento la chiesa non fosse proprio vista da tutti di buon occhio, e dalle troppe schifezze di cui sono involontario testimone di questi tempi, vedo che invece la situazione è cambiata pesantemente, specialmente se si prendono in considerazione gli organi d’informazione.

Sono andato a fare una ricerca rapida su Garibaldi (anche se forse avrei dovuto farla a scuola 10 anni fa) e ho scoperto cose forse risapute, ma che mi piace comunque ricordare. Non voglio esprimere giudizi su quanto riportato, semplicemente, nel mio piccolo, rinfrescare la memoria su aspetti sui quali temo giornali e dibattiti vari abbiano glissato (dando fin troppo spazio ai soliti leghisti da legare e ai loro deliri sui danni che Garibaldi ha fatto alla padania).

Giusto un paio di citazioni, tutte prese da qui.

  • Se sorgesse una società del demonio, che combattesse despoti e preti, mi arruolerei nelle sue file
  • Pio IX: “un metro cubo di letame
  • Pio IX: “la più nociva fra le creature, perché egli, più nessun altro è un ostacolo al progresso umano, alla fratellanza fra gli uomini e dei popoli
  • E per finire un passo estratto dal testamento: “Siccome negli ultimi momenti della creatura umana, il prete, profittando dello stato spossato in cui si trova il moribondo, e della confusione che sovente vi succede, s’inoltra, e mettendo in opera ogni turpe stratagemma, propaga coll’impostura in cui è maestro, che il defunto compì, pentendosi delle sue credenze passate, ai doveri di cattolico: in conseguenza io dichiaro, che trovandomi in piena ragione oggi, non voglio accettare, in nessun tempo, il ministero odioso, disprezzevole e scellerato d’un prete, che considero atroce nemico del genere umano e dell’Italia in particolare. E che solo in stato di pazzia o di ben crassa ignoranza, io credo possa un individuo raccomandarsi ad un discendente di Torquemada

Ai giorni nostri puoi anche aver unito l’italia, ma se ti beccano a dire ste cose altro che eroe, al massimo ti cacciano dalla casa del grande fratello.

Annunci

2 Risposte to “(Com)unione d’Italia”

  1. game said

    Ero stato un po’ di tempo fa sulla pagina di wikipedia su Garibaldi e anch’io ero rimasto commosso.

  2. D’altra parte le camicie dei garibaldini di che colore erano? Mi pare rosse…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: