BielLeOgGi

Un blog più uguale degli altri

Archive for the ‘ricerca’ Category

Profezie Foscole

Posted by sterte su 26 novembre 2007

Non so se sono stato stupido in gioventù quando ho rifiutato la lettura forzata, o se lo sono stato in vecchiaia quando qualche giorno fa ho comprato di mia spontanea volontà Le ultime lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo.

La lettura (in corso) conferma una volta di più la mia convinzione che il modo migliore per distruggere un libro è inserirlo nei programmi ministeriali delle scuole superiori. Per fortuna prima o poi l’odio indotto cade in prescrizione e si riescono a ripescare delle vittime innocenti.

Leggendo il frammento riportato qua sotto (vecchio 210 anni!) mi sono passati i brividi… la domanda è sempre la stessa è lui (e tanti altri) ad essere eterno ed immortale, o è la realtà ad essere eternamente moribonda?

Questa università (come saranno, pur troppo, tutte le università della terra!) è per lo più composta di
professori orgogliosi e nemici fra loro, e di scolari dissipatissimi. Sai tu perché fra la turba de’ dotti gli
uomini sommi son così rari? Quello istinto ispirato dall’alto che costituisce il GENIO non vive se non se
nella indipendenza e nella solitudine, quando i tempi vietandogli d’operare, non gli lasciano che lo scrivere.
Nella società si legge molto, non si medita, e si copia; parlando sempre, si svapora quella bile generosa che
fa sentire, pensare, e scrivere fortemente: per balbettar molte lingue, si balbetta anche la propria, ridicoli a
un tempo agli stranieri e a noi stessi: dipendenti dagl’interessi, dai pregiudizj, e dai vizj degli uomini fra’
quali si vive, e guidati da una catena di doveri e di bisogni, si commette alla moltitudine la nostra gloria, e la
nostra felicità: si palpa la ricchezza e la possanza, e si paventa perfino di essere grandi perché la fama aizza i
persecutori, e l’altezza di animo fa sospettare i governi; e i principi vogliono gli uomini tali da non riescire
né eroi, né incliti scellerati mai. E però chi in tempi schiavi è pagato per istruire, rado o non mai si sacrifica
al vero e al suo sacrosanto istituto; quindi quell’apparato delle lezioni cattedratiche le quali ti fanno difficile
la ragione e sospetta la verità. – Se non ch’io d’altronde sospetto che gli uomini tutti sieno altrettanti ciechi
che viaggiano al bujo, alcuni de’ quali si schiudano le palpebre a fatica immaginando di distinguere le
tenebre fra le quali denno pur camminar brancolando. Ma questo sia per non detto: e’ ci sono certe opinioni
che andrebbero disputate con que’ pochi soltanto che guardano le scienze col sogghigno con che Omero
guardava le gagliardie delle rane e de’ topi.

Annunci

Posted in libri, ricerca | Leave a Comment »

Lucy in the Skype With Diamond

Posted by sterte su 27 giugno 2007

A volte quando mi trovo in lab a fissare alternativamente muro e monitor in piena fase di selfbrainstorming (traduzione, seghe mentali) alla ricerca, o nel perfezionamento, di una nuova idea, trovo stranamente utile praticare in parallelo altre forme di cazzeggio.

Stamattina mentre riordinavo le idee su Bittorrent, Bitthief e amenità varie, ho partorito questa roba qua sotto (cliccare per ingrandire). Chiunque volesse acquisirne i diritti ora, prima che venga esposto al MOMA e raggiunga valore inestimabile, è pregato di contattarmi in privato.

Lucy in the Skype With Diamond

P.S. Il tag “arte” di questo post è volutamente provocatorio e megalomane.

Posted in arte, ricerca | Leave a Comment »

Ipotesi di tesi

Posted by sterte su 15 giugno 2007

Sto muovendo i primi stentati passi verso la stesura della tesi di dottorato. Insieme a due colleghi sotterranei ho steso una mezza scaletta traballante e sto riordinando alcune idee sui lavori futuri così da essere in grado di poter rispondere alla domanda: <<si ma a che servono tutti sti discorsi?>>[1]. Lunedì ho un appuntamento dal grande capo in terra emersa per discutere del tutto.

Memore della fatica fatta per partorire il topo ai tempi della tesi di laurea, sto iniziando ad andare nel panico, per esempio ora anzichè scrivere cavolate qui, dovrei starle a scrivere all’interno di un file chiamato abstract.tex ma non riesco a concentrarmi ed inventare niente!

Dicono tutti che la parte più brutta è iniziare. Speriamo sia vero!

[1] La risposta dovrebbe essere <<a migliorare le prestazioni di bittorrent così da permettere all’umanità di scaricare materiale pornografico più velocemente>> 🙂
Cercare il modo migliore per dirlo sulla tesi sarà una bella fatica. Ma questa è un’altra storia.

Posted in ricerca | Leave a Comment »